L A N C I A   A R D E A

Web Site

Sito ufficiale del Lancia Ardea Club

CLUB DI MODELLO RICONOSCIUTO E AUTORIZZATO DAL LANCIA CLUB

Il restauro della mia prima serie:

la carrozzeria

Home page
Navigatore sito
1S Restauro

Aggiornamento: 28 Settembre 2010

La scocca

La ruggine

La ruggine ha divorato i sottoporta che quindi

devono essere completamente ricostruiti.

La situazione è delicata, nelle vetture prive di montante centrale

i sottoporta svolgono un'importante funzione strutturale perché assorbono le torsioni della scocca.

 La ricostruzione è pertanto indispensabile prima di continuare il restauro.

Tutte le lamiere rifatte ex novo saranno anche sottoposte a zincatura per una protezione sicura nel tempo

 

Cantù

Carrozzeria Autodesign

13 Luglio 2010

Ultimo intervento i filetti

24 Maggio 2010

Si parte per il tappezziere

30 Aprile 2010

Pronta per il tappezziere

27 Aprile 2010

Quasi pronta per il tappezziere

24 Aprile 2010

Mancano solo le porte

17 Aprile 2010

Prende forma

6 Aprile 2010

Prende forma

2 Aprile 2010

Prende forma

19 Marzo 2010

Nitro

6 Marzo 2010

Dopo la meccanica

17 Febbraio 2010

Particolari

11 Febbraio 2010

Particolari

6 Febbraio 2010

Particolari

12 Novembre 2009

Fondo acrilico

6 Novembre 2009

Acrilico all'interno

3 Novembre 2009

Fondi ben protetti

30 Ottobre 2009

Fondo epossidico

15 Settembre 2009

 Stuccatura

4 Settembre 2009

Fondo antiruggine

11 Giugno 2009

Zincatura

6 Giugno 2009

Sottoporta

30 Maggio 2009

Rifatto ex novo il fondo

24 Aprile 2009

Aperti i sottoporta

19 Marzo 2009

Torna in Brianza

11 Ottobre 2008

La termosverniciatura

Il processo consiste nel trattare la scocca in un apposito forno con una corrente d'aria a 300 °C.

L'aria calda solleva lo vernice e stucco e li porta a lenta combustione.

E' importante che la temperatura venga raggiunta lentamente, in modo uniforme e che il processo di raffreddamento sia altrettanto lento.

Cambi di temperatura repentini così come disuniformi porterebbero a deformazioni della scocca.

I residui carboniosi vengono tolti poi con una leggera sabbiatura.

Torna su Navigatore sito Home page